concorso_buone_pratiche_anci_2016

Giochi inclusivi: una menzione speciale per la creatività al concorso #BuonePraticheNetwork di Anci Toscana

#BuonePraticheNetwork, è questo il nome del concorso promosso da Anci Toscana per raccogliere le migliori esperienze realizzate dalle amministrazioni comunali della regione, selezionate e pubblicate sul sito dell’Associazione perché anche altri Comuni possano trarne spunto
(http://www.ancitoscana.it/buonepratichenetwork).

Il Comune di Terranuova Bracciolini ha partecipato all’iniziativa con il progetto “Gioco senza ostacoli” cioè l’installazione – avvenuta lo scorso ottobre – di giochi inclusivi nel giardino della scuola dell’infanzia Italo Calvino. Azione grazie alla quale i bambini ridotte capacità motorie, possono giocare insieme, senza barriere fisiche e architettoniche. Proprio il progetto sui giochi inclusivi ha ottenuto la menzione speciale per la creatività durante la premiazione del concorso #BuonePraticheNetwork.

L’iniziativa di Anci Toscana, alla sua prima edizione, ha avuto un alto riscontro: hanno partecipato 66 amministrazioni (cultura, protezione civile, innovazione, immigrazione, sanità e welfare, governo del territorio).

Chiunque ha potuto votare on line la buona pratiche preferita sulla pagina dedicata (www.ancitoscana.it/buonepratichenetwork); il voto del pubblico ha avuto un peso del 30% sulla valutazione finale, mentre il 70% è stato riservato alla apposita commissione valutatrice.

“Avere ottenuto questo riconoscimento è un segnale che ci motiva ad andare avanti – ha detto il Sindaco di Terranuova, Sergio Chienni. Siamo convinti che sia necessario garantire il diritto dei bambini diversamente abili di giocare coi loro coetanei, senza ostacoli di alcuna natura. La nostra volontà – aggiunge il Sindaco – è quella di realizzare una rete diffusa di aree ludiche dove tutti i bambini possano interagire e giocare insieme con gli stessi giochi”.

Le prossime installazioni saranno collocate nel giardino della scuola, ampliando così il novero delle attività inclusive, e nelle aree verdi del territorio comunale”.