Il Consiglio Comunale approva all’unanimità una mozione a sostegno dei lavoratori Bekaert

Durante la seduta del Consiglio Comunale dell’8 Ottobre il parlamentino cittadino ha votato, all’unanimità, una mozione che va in una direzione ben precisa. Assicurare un futuro a chi ha lavorato all’interno dello stabilimento di Figline. Nello specifico il documento impegna la giunta  ad “ attivarsi nei confronti del Governo affinché venga concessa la proroga della cassa integrazione e a mettere in atto – si legge – tutte le iniziative necessarie, in accordo con le associazioni sindacali, gli altri livelli istituzionali coinvolti e il Mise, per arrivare alla reindustrializzazione  e al recupero occupazionale dell’azienda valdarnese, accertando l’effettiva disponibilità di quegli investitori che, nei mesi scorsi, si sono dimostrati interessati al sito produttivo”. Tutti i consiglieri hanno votato la mozione, a testimonianza di una totale unità di intenti. Un messaggio importante, in vista del tavolo tecnico convocato a Roma il 24 ottobre prossimo.

In sala consiliare era presente anche una rappresentanza dei lavoratori e alcuni di loro hanno fatto il punto della situazione, sottolineando come i tempi si stiano assottigliando e ci sia quindi bisogno di risposte celeri e concrete da parte della politica ad ogni livello. “ Le persone non sono numeri, sono volti, sono storie e rappresentano tantissime famiglie del Valdarno – ha detto il sindaco Sergio Chienni – La storia produttiva di questo stabilimento è stata importante per il nostro territorio e questo lo si deve a chi ci ha lavorato. Purtroppo, spesso e volentieri, in questa economia senza volto, non c’è mai riconoscenza verso le persone. Riconoscenza che, invece, le istituzioni e i cittadini del Valdarno devono nei confronti di questi lavoratori anche per la testimonianza che stanno dando. Lottano con spirito costruttivo per i loro diritti, senza arrendersi. Dobbiamo quindi continuare a mobilitarci tutti per ottenere dal Governo e dal Mise per ottenere risposte concrete sulla proroga della cassa integrazione e sulla reindustrializzazione del sito”.

Un ringraziamento al consiglio comunale di Terranuova è arrivato dai lavoratori presenti in sala consiliare. “E’ bellissima questa vicinanza delle istituzioni – ha detto uno dei rappresentanti, Marcello Gostinelli- Quando un territorio si compatta ha più possibilità di agire. Lo scorso anno, grazie anche ad una grande mobilitazione della comunità valdarnese, siamo riusciti ad ottenere la reintroduzione della cassa integrazione per cessazione attività.” Al dibattito sono intervenuti tutti i gruppi consiliari, che hanno espresso piena adesione al documento poi votato all’unanimità da tutta l’assemblea.