Dal primo dicembre verrà donata una copertina per ogni nuovo nato: presentato questa mattina il progetto “Noi ti accogliamo”

E’ stato presentato questa mattina all’ospedale del Valdarno il progetto “Noi ti accogliamo”, un’iniziativa partita a livello nazionale con il nome di “Cuore di maglia” dedicata inizialmente solo ai bimbi prematuri, ed estesa nel nostro territorio a tutti i nascituri grazie alla volontà degli operatori sanitari e delle istituzioni. Sono state prodotte circa 300 copertine di lana merinos, realizzate da numerose volontarie e destinate ai neonati per favorire il “pelle a pelle”, cioè il contatto immediato tra mamma e bambino appena nato. La consegna inizierà dal prossimo 1° dicembre e sarà sperimentale per sei mesi. L’iniziativa, finanziata dalla conferenza dei Sindaci, prevede di donare a tutti i neonati una copertina che andrà a sostituire il telo normalmente usato durante i primi momenti post-parto. Questo piccolo ma significativo regalo vuole simbolicamente rappresentare il modo in cui gli operatori del Consultorio e del Punto Nascita accoglieranno la nuova famiglia all’interno della comunità valdarnese. Ad ogni nuovo nato verrà poi donata anche una pergamena firmata dall’ostetrica che ha aiutato il neonato a venire al mondo per consolidare una volta di più il rapporto tra l’ospedale del nostro territorio e tutte le nuove famiglie.

“E’ ormai dimostrato -afferma il presidente della Conferenza dei Sindaci Sergio Chienni- che dal “pelle a pelle”, ovvero l’immediata relazione fisica madre-figlio, traggono benefici sia fisici che emotivi sia la mamma che il neonato, il quale farà esperienza di un miglior adattamento all’ambiente esterno.” Il plesso ospedaliero della Gruccia sta continuando nel percorso che lo porterà a ricevere da Unicef il prestigioso riconoscimento di “Ospedale Amico dei Bambini”.